Olio extravergine d'oliva

L’olio extra vergine di oliva “Paluffo IGP Colline di Firenze’’ è ottenuto da olive biologiche raccolte a mano nella nostra proprietà. L’olio del Paluffo nasce dalle varietà tipiche delle colline fiorentine: 40% Frantoio, 30% Moraiolo e 10% Pendolino.
La raccolta è fatta a mano nel tardo ottobre o in novembre a seconda della stagione; la frangitura avviene entro 3 ore dalla raccolta con processo ‘’a freddo’’ a 24°C. L’olio viene quindi leggermente filtrato con filtri a carta. Il processo di filtratura non cambia nè il gusto e nè le proprietà dell’olio, ma consente di preservare la freschezza e la qualità più a lungo. La conservazione avviene in contenitori in acciaio in atmosfera inerte di Argon. Normalmente la resa è del 10-13%: ciò vuol dire che solo 1/10 del peso delle olive diventa olio!

Esperienza sensoriale

Appena prodotto, il nostro olio presenta un colore verde fluorescente; dopo alcuni mesi assume invece una colorazione giallo-oro. il sapore è accompagnato da un retrogusto di carciofo, mandorla e ripe fruit. il gusto risulta fruttato e leggermente speziato.
L’olio del Paluffo può esser definito un olio di media-intensità ed è perfetta per molte ricette e piatti della tradizione mediterranea come: insalate, mozzarella caprese, come finitura in molte minestre a base di verdure, verdure grigliate, carni grigliate, spaghetti e pomodori freschi, minestre di pesce e anche sulle bruschette con un tocco di aglio.

Cosa bisogna sapere

L’olio d’oliva è delicato: la luce, il calore e l’ossigeno possono renderlo rancido ma anche le temperature sotto i 6°C possono modificarne il gusto. Quindi, il nostro olio è imbottigliato in vetro scuro o in packaging che lo separano dalla luce, come bag in box.  Si consiglia di tenerlo in un luogo fresco e poco illuminato, non in dispensa con detergenti o altri prodotti chimici o in garage. Teme le temperature sotto i 6°C.

Il colore? Non è così importante!

Il colore dell’olio non è un parametro qualitativo, tanto che molti professionisti lo degustano in bicchieri di color scuro, olio verde scuro indica la presenza di clorofilla e non è indice di freschezza o qualità del prodotto.

Appena prodotto è meglio!

L’olio  mantiene tutte le sue migliori proprietà nei primi 12-24 mesi dopo la produzione; quindi, un consiglio: controllare sempre la data di raccolta sulla confezione e non solo la data di imbottigliamento!

Come individuare un buon olio d'oliva

Proprio come nella degustazione del vino, l’assaggio dell’olio richiede alcune nozioni teoriche e molta pratica. I professionisti mettono una piccola quantità in un bicchiere e lo chiudono con una mano mentre con l’altra tengono il bicchiere in modo da riscaldare lievemente l’olio per alcuni minuti; poi si procede a sentire il profumo e prenderne un piccolo assaggio inspirando un po' d'aria per l’analisi sensoriale.

Utilizziamo l'olio d'oliva anche per friggere!

L’olio extra vergine può raggiungere i 210°C senza aggiunta di nessun altra sostanza( l’olio di girasole non raffinato e di colza cambiano le proprie caratteristiche a 130°C) dopo la frittura, filtrare l’olio raffreddato e riutilizzarlo per friggere per altre 2-3-volte.

L'olio d'oliva per una dieta salutare!

L’olio extra vergine contiene il 75% degli acidi grassi monosaturi che sono considerati la dose giusta in una dieta. I grassi acidi monosaturi quando rimpiazzano i grassi saturi possono abbassare il colesterolo e controllare i livelli di insulina presenti nel corpo con un decremento dei livelli di colesterolo LDL e i ricchi di disagi cardiovascolari. Acidi grassi monosaturi possono anche ridurre il rischio di sviluppo di diabete di tipo 2 di circa il 60% e aiuta le persone diabetiche a regolare i livelli della loro insulina e zuccheri nel sangue; la vitamina E e K presenti nell’olio d’oliva ci proteggono dai radicali liberi e dall’ossidazione in generale.

Un buono olio extravergine d’oliva è una risorsa ricca di fenoli che hanno proprietà anti infiammatorie riconosciute. Uno studio pubblicato dal Journal of Neuroscience afferma che 4 cucchiaini di olio extravergine d’oliva al giorno per 12 settimane agiscono al pari di un farmaco antinfiammatorio tradizionale.

Per avere la giusta idea di quanti fenoli sono contenuti in un sorso di olio basta sentirlo pizzicare in gola: più pizzica più fenoli contiene. L’olio del Paluffo contiene 450 mg/l e 280 mg/l di tocofenoli. L’olio di oliva extravergine “da supermercato” può avere un contenuti di polifenoli di circa 100mg/l

Il consumo di olio d’oliva è stato considerato in connessione con il decremento di tumori al colon, prostata e di cancro al seno: in uno studio pubblicato in ‘’Annals of Oncology’’ i ricercatori hanno verificato che gli acidi grassi monosaturi possono indebolire il gene del cancro al seno dal 25 e incrementare gli effetti dei medicinali antitumorali.

Manda le tue foto a @paluffo su Instagram