Vino biologico

Il vino “naturale” è ottenuto seguendo con grande attenzione ma senza invadenza lo sviluppo delle viti e dei grappoli secondo metodi di coltivazione biologica o biodinamica curando sopratutto lo sviluppo “naturale” delle piante. In cantina i prodotti chimici sono praticamente assenti e anche l'intervento tecnologico è minimale.

Ad oggi (2014) non esiste una definizione di vino naturale, anzi il termine “naturale” è stato contestato da produttori convenzionali anche se... oltre 300 composti chimici e agenti esterni sono ammissibili nella lavorazione del vino in cantina!

Alcune persone hanno un approccio diffidente al vino naturale ma è possibile produrre un ottimo vino solo con i lieviti autoctoni, senza controlli di temperatura e altre pratiche enologiche ricorrenti nella vinificazione convenzionale. Certo, spesso i vini naturali sono difficili da apprezzare al primo assaggio, serve tempo per adattare il proprio gusto alla complessità aromatica e sensoriale e alla loro spiccata personalità, ma una volta scoperti e apprezzati è difficile tornare indietro! Quindi: libera la tua mente sensoriale e goditi un buon vino naturale.

Manda le tue foto a @paluffo su Instagram