fbpx

Magazine

5 cose da vedere a Carmignano

Fra le dolci colline del Montalbano pratese, a poco più di 30 chilometri dalla nostra villa per vacanze con piscina nel Chianti, sorge l’affascinante borgo di Carmignano. Nonostante le sue dimensioni ridotte, ha davvero molto da offrire ai visitatori. Il territorio carmignanese racchiude tutto quello che ha reso celebre la Toscana nel mondo: il paesaggio, la storia, l’arte, l’archeologia, la buona cucina e il vino.

Cosa vedere a Carmignano? Ecco 5 cose impedibili!

#1 – Parco Archeologico di Carmignano

Il Parco Archeologico di Carmignano è il cuore di un territorio ricco di importanti testimonianze della civiltà etrusca. Riunisce in un unico sistema il Museo Archeologico “Francesco Nicosia” e i monumentali siti archeologici del territorio quali: il grandioso Tumulo di Montefortini, la Necropoli di Prato Rosello, il Tumulo dei Boschetti e i nuclei insediativi etruschi di Artimino e Pietramarina. Il museo, allestito negli ambienti delle ex tinaie della frazione di Artimino, custodisce reperti di notevole valore rinvenuti nel corso di cinquant’anni di ricerche nell’area. Tra questi spiccano una coppa di vetro turchese, placchette e statuette di avorio, oggetti di bucchero di raffinata fattura e sculture funerarie.

#2 – Pieve dei Santi Michele e Francesco

La Pieve dei Santi Michele e Francesco, situata a due passi dalla centralissima Piazza Vittorio Emanuele II, fu eretta nella prima metà del XIV secolo ma nel corso del tempo è stata più volte ristrutturata. L’edificio ripropone il tipico modello di chiesa francescana con grande navata centrale e cappelle absidali. Al suo interno si può ammirare la Visitazione, una delle opere più famose del pittore Jacopo Carucci detto il Pontormo, in cui è rappresentata la visita di Maria, in attesa di Gesù, alla cugina Elisabetta incinta di Giovanni Battista. Tra le altre opere conservate nella chiesa si segnala una tela del pittore Cosimo Lotti che raffigura la Madonna col Bambino tra i Santi Domenico, Pio V, Caterina da Siena e Caterina d’Alessandria.

#3 – Rocca di Carmignano

Dalla pieve dei Santi Michele e Francesco un percorso pedonale conduce alla Rocca medievale di Carmignano (conosciuta in paese anche come Castello), che domina dall’alto il borgo da più di mille anni. Per la sua posizione strategica fu oggetto di continue lotte fra Pistoia, Firenze e Prato. Oggi, dopo secoli di scontri e distruzioni, rimangono i resti delle tre cinte murarie e della torre campanaria, nota con il nome di Campano. Al centro della rocca sorge un piccolo edificio adibito a spazio espositivo. Dal colle su cui è situata la rocca si può godere di una magnifica vista sul Montalbano, sui monti della Calvana e su parte dell’appenino toscano.

#4 – Museo della Vite e del Vino

Merita assolutamente una visita anche il Museo della Vite e del Vino. Inaugurato nel 1999, ha sede in quelle che una volta erano le cantine Niccolini, da cui all’inizio del XX secolo partivano copiosi carichi verso la Svizzera, la Germania e addirittura oltreoceano. Il museo propone un percorso che guida alla scoperta delle produzioni vitivinicole e della storia della civiltà contadina di questo territorio. Vi sono esposti antichi attrezzi agricoli, riproduzioni di dipinti, documenti, fotografie e vari reperti, oltre ad una collezione di circa 800 bottiglie di vino (alcune vecchie anche un secolo) raccolte dallo storico Federigo Melis durante i suoi viaggi in Italia e in Europa.

#5 – Pieve di San Leonardo

Infine, vi consigliamo di visitare l’antica Pieve di San Leonardo, un raro esempio di edificio toscano preromanico. Situata alle porte della frazione di Artimino, risale alla seconda metà del X secolo ma agli inizi del XII secolo fu ampliata per volere della contessa Matilde di Canossa. L’edificio accoglie alcune opere degne di nota. Tra queste citiamo: le statue in legno di San Leonardo (inizi del XV secolo) e di Sant’Antonio Abate (inizi del XVI secolo); una terracotta policroma di bottega robbiana (1515) che rappresenta la Visitazione; e una tavola cinquecentesca attribuita a Franciabigio (1509) in cui è raffigurata la Vergine con il Bambino e San Giovannino.

Foto in evidenza © Comune di Carmignano | Parco Archeologico di Carmignano © Parco Archeologico di Carmignano | Pieve dei Santi Michele e Francesco © Pro Loco Carmignano | Rocca di Carmignano © Parco Archeologico di Carmignano | Museo della Vite e del Vino © Parco Archeologico di Carmignano | Pieve di San Leonardo © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento
Nome*
*

Parlano di noi